Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Emergency Travel Documents (ETD)

Se avete smarrito o siete stati derubati del vostro documento di viaggio e non avete modo o tempo di richiedere l’emissione di uno nuovo, la Cancelleria Consolare può rilasciare un documento provvisorio di viaggio (anche chiamato ETD – Emergency Travel Document). È un documento che vale solo per il vostro viaggio di rientro in Italia (o nel Paese dove risiedete stabilmente).

Per ottenerlo dovete presentarvi in Cancelleria Consolare, portando con voi la seguente documentazione:
1) denuncia di smarrimento o furto del documento di viaggio fatta alla Polizia;
2) 2 fotografie (uguali, frontali, a colori, formato 35 x 40 mm);
3) titolo di viaggio (se disponibile);
4) contanti in fiorini ungheresi per il pagamento del costo del documento (equivalenti a 1,55 euro);

5) fotografia o fotocopia del documento smarrito per facilitare l’identificazione.

I Consolati onorari non sono abilitati al rilascio dell’ETD, ma si limitano alla trasmissione, a spese dell’interessato, delle domande di rilascio alla Cancelleria Consolare ed eventualmente a consegnarvi il documento.

Ricordatevi sempre di conservare, in un luogo diverso da quello in cui custodite i documenti originali, una fotocopia dei documenti più importanti (passaporto, carta d’identità, carta di credito) per facilitare le procedure di assistenza in caso di furto o smarrimento.


ACCORDO CON WIZZAIR PER AGEVOLARE IL RIENTRO IN ITALIA NEL FINE SETTIMANA
Per facilitare il rientro dei cittadini italiani che hanno smarrito il proprio documento di viaggio, è stato sottoscritto un accordo con la compagnia ungherese Wizzair, che, solo tra il venerdì sera e il lunedì mattina, permetterà ai passeggeri di rientrare in Italia, portando con sé un documento alternativo minuto di foto (patente, carta studentesca, ecc.) e la denuncia di smarrimento rilasciata dalla Polizia ungherese.
Se sprovvisti di qualsiasi identificazione resta l’obbligo di esibire il documento di viaggio provvisorio.