Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Proroga accesso con SPID ai servizi online della Pubblica Amministrazione

Con il Decreto Legge n. 198 del 29 dicembre 2022 (“Milleproroghe”) del 31 dicembre 2020, il termine per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione (PA) tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e CIE (Carta d’Identità Elettronica) è stato prorogato al 31 dicembre 2023. Coloro che sono in possesso di credenziali rilasciate prima del 31 dicembre 2023 potranno invece continuare a utilizzarle fino al 31 marzo 2024 per accedere ai servizi in rete. Pertanto, fino a tale data, i cittadini potranno continuare ad accedere ai servizi consolari in rete, senza impiegare lo SPID o la Carta d’identità elettronica, strumenti che purtroppo ancora non hanno una diffusione capillare presso la nostra comunità all’estero. Il portale per i servizi consolari Fast It potrà quindi continuare a essere utilizzato per trasmettere le richieste di iscrizione in AIRE e per usufruire delle altre funzionalità anche con credenziali tradizionali. Tuttavia gli utenti che accedono con SPID hanno già oggi il vantaggio di non dover presentare un ulteriore documento d’identità all’operatore consolare.

L’acquisizione dell’identità digitale è un passo fondamentale verso la progressiva digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, perché consente al cittadino di accedere ai servizi online in maniera semplice, sicura e rapida, e all’Amministrazione di essere certi dell’identità dell’utente e di garantire il rispetto di alti standard di sicurezza sia in fase di autenticazione che di accesso ai servizi.