Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

MISURE ADOTTATE IN ITALIA

 

MISURE ADOTTATE IN ITALIA

Proroghe dello stato di emergenza:

DL n. 125 del 7 ottobre 2020 fino al 31 gennaio 2021. Il provvedimento amplia l’obbligo in Italia di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. I dispositivi di protezione individuale dovranno essere indossati non solo nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, come già in passato, ma più in generale nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e anche in tutti i luoghi all’aperto. Sono previste sanzioni pecuniarie per la violazione di tali disposizioni. Introdotto l'obbligo, per chi entra in territorio nazionale, dopo aver soggiornato o transitato in Belgio, Francia, Paesi Bassi, Regno Unito, Repubblica Ceca e Spagna nei quattordici giorni antecedenti, di sottoporsi ad un test molecolare (tampone) nelle 72 ore precedenti l'ingresso oppure entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale che attesti la negatività da COVID. Rimozione di Grecia, Croazia e Malta dall’elenco di Paesi per cui è obbligatorio sottoporsi a test molecolare al rientro in Italia.

DPCM 7 settembre 2020 fino al 7 ottobre 2020. Il provvedimento proroga le misure di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale previste dal DPCM 7 agosto 2020, nonché le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della Salute del 12 agosto e del 16 agosto 2020.

DPCM del 7 Agosto 2020 fino al 7 settembre 2020. Il provvedimento contiene indicazioni e misure proporzionate alla situazione attuale. Confermati l'obbligo dell'utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi aperti al pubblico, il rispetto della misura del distanziamento sociale di almeno 1 metro tra le persone e la raccomandazione del lavaggio corretto e frequente delle mani (art. 1 Dpcm).

Altri provvedimenti:

DPCM 3 novembre 2020 sulle misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale. Il DPCM istituisce 3 tipologie di aree (gialla, arancione e rossa), caratterizzate da specifiche restrizioni in base alla differente gravità della situazione epidemiologica.

italia aree

DPCM 24 ottobre 2020 sulle misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.

DPCM 18 ottobre 2020 sulle misure per il contrasto e il contenimento dell'emergenza Covid-19. Il DPCM resterà in vigore fino al 13 novembre.

DPCM 13 ottobre 2020 sulle misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.

Dal 15 giugno è in vigore il DPCM 11 giugno 2020, che inaugura la Fase 3 della lotta al COVID-19. Il DPCM non contiene novità sostanziali sugli spostamenti da e per l’estero, la cui disciplina rimane immutata fino al 30 giugno. Tra i pochi aggiornamenti introdotti, l’estensione da 72 (prorogabili per particolari motivi) a 120 ore della durata delle brevi visite in Italia e delle brevi missioni all’estero senza obbligo di quarantena. È possibile fare riferimento al sito del Ministero per le FAQ sul rientro in Italia dall’estero.

DPCM 17 maggio 2020 (vedere in particolare artt. 4, 5 e 6) - DL 16 maggio 2020, n.33
Dal 3 giugno 2020, non sono soggetti ad alcuna limitazione gli spostamenti da e per i seguenti Stati: Stati UE, Stati Schengen, Regno Unito, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stato della Città del Vaticano. Per chi entra in Italia da Stati diversi da quelli menzionati resta l’obbligo di autocertificazione e quarantena.

Per maggiori informazioni:

FAQ MAECI Cittadini italiani in rientro dall'estero e stranieri in Italia

FAQ English

 

Proroga validità di documenti di riconoscimento

Si informa che l’articolo 104 del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 (Decreto Cura Italia) proroga la validità di passaporti, carte di identità elettroniche (ai soli fini di identificazione personale e non quale documento di viaggio per varcare le frontiere) e patenti di guida, al 31 agosto 2020. Con riguardo alle patenti di guida, in forza al Regolamento (UE) 2020/698 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 maggio 2020 la validità è stata ulteriormente prorogata per un periodo di sette mesi dalla data di scadenza. Si prega di prendere nota della Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Si riporta di seguito una traduzione in ungherese di quanto sopra, da poter mostrare all’occorrenza ad Autorità ungheresi che questionassero sulla validità dei documenti sopra menzionati.
A 2020.03.17-én kelt 18. sz. Olasz Miniszterelnöki Rendelet 104. § alapján, az olasz útlevelek, elektronikus személyi igazolványok és vezetői engedélyek érvényességét 2020. augusztus 31-ig meghosszabbítják. Az Európai Parlament és a Tanács (EU) 2020/698 rendelete alapján továbbá a vezetői engedélyek érvényességét a lejáratot követő hét hónap időtartamig meghosszabbítják. Az így meghosszabbított érvényességű útleveleket és személyi igazolványokat kizárólag a személyi azonosság igazolására és nem a határok átlépésére lehet csak felhasználni.


505