Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

INGRESSO IN UNGHERIA E RIENTRO IN ITALIA

 

INGRESSO IN UNGHERIA E RIENTRO IN ITALIA

INGRESSO IN UNGHERIA
Le frontiere ungheresi, chiuse dal 1° settembre 2020, sono state riaperte in forza al Decreto Governativo 366 del 30 giugno 2021.

Dal 1° luglio 2021, l'Ungheria, al pare degli altri Stati UE, consente l’ingresso agli stranieri che arrivano con un certificato Green Pass COVID UE.

Il certificato Green Pass COVID UE non è un documento di viaggio e non viene rilasciato o inviato d'ufficio. Il certificato viene rilasciato dagli Stati membri dell'UE, la sua validità e applicazione si estendono su tutto il territorio dell’Unione. Il certificato può essere ottenuto:

- a seguito della vaccinazione (14 giorni dopo la seconda dose e validità di 270 giorni);
- a seguito dell’esecuzione di un test anti-covid PCR (durata di 24, 48 o 72 ore dal prelievo del campione, a seconda di quanto deciso dal Paese ospitante);
- a seguito di guarigione da Covid (durata di 180 giorni).

In Ungheria, i certificati Green Pass COVID UE bilingue (inglese-ungherese) sono muniti di QR code leggibile in tutti i Paesi UE e si possono ottenere attraverso il Portale EESZT Lakossági tramite l'applicazione mobile, operativa in Ungheria dall'inizio di maggio. Il nome dell'applicazione mobile è: EESZT Lakossági (App Store) o Applicazione EESZT (Google Play Store). L'applicazione può essere utilizzata solo dopo aver attivato il cosiddetto ügyfélkapu, l’identità digitale per l’accesso al Portale dei servizi della Pubblica amministrazione. E’ dunque importante richiedere l’ügyfélkapu presso uno sportello governativo (Kormányablak). Non dimenticate di portare con voi il passaporto e la documentazione di residenza.

NB: le app per l’ottenimento del Green Pass COVID UE sono in fase di aggiornamento. Si forniranno ulteriori informazioni al riguardo non appena possibile. Si consiglia di seguire le indicazioni di seguito indicate per scaricare il certificato.

COME OTTENERE IL GREEN PASS COVID UE
Per il momento è possibile stampare il certificato se si dispone di credenziali di accesso all’ügyfélkapu seguendo la procedura di seguito indicata:

- visitare il sito https://www.eeszt.gov.hu/oldalvalaszto_tovabb.jsp;
- cliccare sul banner Uniós digitális Covid-igazolvány - Lakossági portálon keresztül (in alto a sinistra);
- cliccare su START;
- cliccare su oltási igazolvány per scaricare il green pass vaccinale;
- cliccare su teszt igazolvány per scaricare il green pass di breve durata ottenibili a seguito di Covid-test;
- cliccare su gyógyultsági igazolvány per scaricare il green pass a seguito di guarigione dal Covid.cliccare su igazolvány letöltése per avviare il download del certificato munito di QR code.

Il certificato può essere richiesto altresì presso gli sportelli governativi e i medici di famiglia.

RIENTRO IN ITALIA
In forza all'Ordinanza del Ministro della Salute del 18 giugno 2021, per i Paesi dell'elenco C (tra cui rientra l'Ungheria) è possibile l'ingresso in Italia, alternativamente, con test anti-COVID negativo, certificato di guarigione o certificato di vaccino approvato dall'EMA (ad oggi i vaccini Sputnik-V e Sinopharm non sono stati approvati dall'EMA). I certificati stranieri sono riconosciuti in automatico, purché redatti in italiano, inglese, francese o spagnolo. La compilazione del Passenger Locator Form non è richiesta per i movimenti in fascia transfrontaliera.

A partire dal 24 maggio, in forza all'Ordinanza del Ministro della Salute del 16 aprile 2021, ai fini dell'ingresso in Italia per via aerea, marittima (traghetti e crociere) o terrestre (autobus, treno, auto) è richiesta la compilazione del nuovo Passenger Locator Form, in formato digitale, da mostrare a chiunque sia preposto ai controlli prima dell’imbarco. Rimane l'obbligo di segnalare la propria presenza all'ASL competente per territorio.

Per il rientro in Italia sono attualmente disponibili vari mezzi di trasporto:
• collegamenti aerei: Wizz Air e Ryan Air effettuano varie tratte dirette a settimana su Roma, Milano e Bergamo. Altre compagnie operano collegamenti aerei indiretti con scali su altri Paesi europei. Per coloro i quali transitino tramite i Paesi Bassi, si informa che oltre all'effettuazione di un tampone entro le 72 ore precedenti, le Autorità olandesi richiedono anche di effettuare un test rapido nelle 4 ore precedenti il volo (per maggiori informazioni visitare la pagina laboratori per test anti-covid e vademecum in caso di contagio del nostro sito).

• Aereo diretto da Vienna: sono al momento disponibili tratte dirette tra Vienna e Roma o Milano. Vienna è raggiungibile via treno da Budapest. Si raccomanda di controllare l'esistenza di eventuali restrizioni all'ingresso in Austria.

• Transito autostradale tramite la Slovenia.

Prima di pianificare il proprio viaggio in Italia si consiglia di visitare la pagina misure adottate in Italia e i seguenti link:

FAQ MAECI Cittadini italiani in rientro dall'estero e stranieri in Italia

FAQ English

Questionario Unità di Crisi sui requisiti di viaggio

Informazioni per i viaggiatori sito Min. Salute

 


503