Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Registrazione per vaccino anti-Covid

Data:

08/04/2021


Registrazione per vaccino anti-Covid

Gli italiani residenti in Ungheria che siano in possesso del numero di previdenza sociale (TAJ) hanno la possibilità di registrarsi per ottenere la somministrazione del vaccino anti-Covid scrivendo all’Agenzia Ungherese del Tesoro o tramite il Portale Vakcinainfo.

Una volta effettuata la registrazione, dopo qualche giorno, sarà possibile verificare il proprio inserimento nella lista di attesa consultando l’apposita sezione del sito Vakcinainfo. Il sito è in ungherese, quindi si fornisce di seguito una breve spiegazione dei passaggi da seguire.

vakcinainfo

 

Una volta inserito il numero di previdenza sociale (TAJ) e la data di nascita (születési dátum) negli appositi spazi, sullo schermo compariranno le risposte IGEN o NEM.

Nel caso in cui appaia IGEN, la richiesta del vaccino è stata inoltrata con successo. La persona corrispondente ai dati inseriti è dunque presente nel Fondo Sanitario Nazionale e verrà contattata per la vaccinazione quando arriverà il suo turno.

Nel caso in cui appaia NEM, la registrazione per la richiesta del vaccino non è ancora pervenuta al Fondo Sanitario Nazionale. Pertanto, la persona non risulta registrata come da vaccinare. Uno dei motivi per cui la registrazione può risultare non registrata è l’errato o incompleto inserimento dei dati. In tal caso, è possibile ripetere il procedimento fornendo i dati esatti. Per assistenza, è possibile scrivere all’indirizzo mail adatvedelem@neak.gov.hu.

Sia in caso di registrazione telematica che postale, sono necessari da 2 giorni a una settimana per l’elaborazione dei dati e affinché il nome appaia sul registro delle persone da vaccinare.

Il giorno della vaccinazione sarà necessario consegnare, compilato e firmato, un modulo in ungherese. Al fine di agevolare i connazionali, mettiamo a disposizione un modello tradotto in lingua italiana, sottolineando che comunque andrà consegnato quello in ungherese. 


559